Zorro

Zorro

La serie è adattata sulla fine del 1700 in Spagna. In una colonia vive Don Diego de La Vega, nobile figlio di un propretario terriero.

Tornato da un viaggio di lavoro, Don Diego de la Vega, viene a conoscenza che gli abitanti del suo villaggio sono schiavi di un terribile oppressore di nome Monastario. Innervosito dalle prepotenze e dalle malvagità a cui i nativi del villaggio sono costretti, Diego prende la decisione di farsi avanti e sfidare Monastario occupando l’identità misteriosa di Zorro, un fascinoso uomo vestito di nero che si scontra per proteggere i poveri e i deboli contro il tiranno e i suoi uomini.

Dopo ogni scontro prima che Zorro fugge con il suo mitico cavallo, lascia con la sua spada l’incancellabile iniziale del suo nome nascosto: la famosa Z, e in seguito, diventerà un peggiore incubo per il cattivo Monastario.

L’amico fedele di Zorro, di cui può sempre fidarsi è Bernardo, rimasto orfano durante l’infanzia.
Egli è un suo aiutante in tutte le sue avventure, sia in quelle facile che in quelle difficili.
Poi c’è Lolita, la bella e graziosa fidanzatina di Zorro, alla quale tiene nascosto il segreto sulla sua doppia identità.

Per quano riguarda la “parte cattiva”, abbiamo l’imbecille e pasticcione sergente Garçia, colui a cui piace molto il cibo. Spesso ingenuo e sciocco, senza neanche rendersene conto parla delle informazioni nascoste e segrete dei suoi uomini superiori.

Altri personaggio è Viento, il bellissimo cavallo bianco cavalcato da Zorro, e infine Tackle, il suo cane, che per quanto potrebbe definirsi pigro, è sempre pronto ad aiutare e intervenire con astuzia nelle avventure di Zorro.

Altre storie
Prezzemolo
Prezzemolo